POSTURA e problemi dell’Età Adulta e Anziana

POSTURA e problemi dell’Età Adulta e Anziana

2 novembre 2018 0 Di Dr. Carlon

Posturologo Milano Risposta alla Domanda
Quali sono le problematiche posturali e i danni rachidei da sovraccarico
in età adulta e anziana?

R: Il mantenimento delle curve fisiologiche garantisce la salute della Colonna Vertebrale (CV).
Soltanto il 10% delle persone rientra nei parametri fisiologici ed è rappresentata da soggetti
che raramente accusano sintomatologia dolorosa.
Uno stile di vita sedentario può provocare atteggiamenti posturali scorretti, ma molti sono gli
eventi attitudinali, patologici o traumatici che nel corso della vita possono contribuire a
provocare vizi posturali, sforzi o deformazioni strutturali che compromettono inevitabilmente
lo stato di benessere del rachide e della persona stessa. Tra questi rivestono particolare
importanza le ipercifosi acquisite (dorso curvo “professionale”, atteggiamento cifotico del
cardiopatico, cifosi osteoporotica, cifosi dorso lombari da posture fisse sedute o da sedia a
rotelle, ecc) per le ripercussioni sull’apparato respiratorio e per le sindromi dolorose lombari
e cervicali associate.
L’ipercifosi è frequente negli anziani e può essere provocata da diversi fattori come la
cuneizzazione del corpo vertebrale in seguito a frattura del piatto anteriormente, da artrosi,
da osteoporosi, dal morbo di Parkinson, da cardiopatie. Si tratta di una condizione con
eziologia multifattoriale. Tra le varie cause predisponenti, la demineralizzazione e la postura
incongrua sembrerebbero avere maggiori responsabilità.
L’ipercifosi determina una perturbazione del fisiologico assetto posturale, tale da provocare
sovraccarico distrettuale e globale. L’assetto posturale cifotico dell’anziano, quindi, deve
essere riequilibrato il più presto possibile. Le scelte delle esercitazioni su basi ergonomiche e
biomeccaniche risultano efficaci nel trattamento preventivo e conservativo per evitare
peggioramenti e limitazioni funzionali.