PEMF – Frequenze Elettromagnetiche Pulsate

PEMF >> Cosa significa PEMF?

Il termine PEMF equivale a “campi elettromagnetici pulsati” e descrive nella fisica moderna l’applicazione specifica di frequenze e intensità pulsate ed elettromagnetiche, uniche per il benessere degli esseri umani e degli animali.

3.500 anni fa diverse culture antiche usavano il potere curativo dei magneti. Durante l’impero greco-romano (quando Aristotele e Ippocrate contribuivano attivamente alla saggezza antica) i magneti venivano spesso utilizzati per curare diverse malattie.
Gli egiziani hanno studiato la correlazione e l’impatto del campo magnetico terrestre sugli esseri umani e sugli animali.
Nelle civiltà antiche del Centro e del Nord America era bene nota l’importanza mistica e medica della terapia con i campi magnetici.

I primi studi clinici sui campi elettromagnetici sono stati condotti negli anni ’60 del novecento in Russia e in Giappone.
A partire dal 1973 gli effetti benefici dei campi magnetici a bassa energia che varia nel tempo sono stati documentati con frequenza crescente in Nord America.
Nel 1982, il dott. Andrew Bassett della facoltà di medicina della Columbia University ha pubblicato una serie di quattro articoli scientifici sugli effetti positivi dei campi elettromagnetici pulsati per le fratture ossee non cicatrizzanti in tre note riviste medico-scientifiche nord-americane.

Nei decenni seguenti c’è stata un’esplosione nella ricerca relativa ai campi elettromagnetici pulsati. Oggi ci sono molte migliaia di articoli di ricerca sulle riviste scientifiche di tutto il mondo.
La terapia con i campi magnetici è considerata sicura ed efficace per un’enorme varietà di condizioni.