MYSA per le “Alte Prestazioni Sportive”

MYSA per le “Alte Prestazioni Sportive”

2 novembre 2018 0 Di Dr. Carlon

Posturologo Milano propone L’azienda MYSA, ormai famosa in molte parti del mondo, grazie ai suoi prodotti di facile utilizzo e d’immediato beneficio, ben si presta alle esigenze degli sportivi in generale, ma nello specifico a contribuire all’aumento della performance sportiva, anche ad altissimo livello.
Il dispositivo MYSA viene usato sui recettori cutanei, sottocutanei e muscolo- tendinei, promuovendo una potente azione riequilibrante sul sistema-psico-neuro-endocrino-immunologico (PNEI), per un riequilibrio elettromagnetico e
dunque energetico, grazie alla stimolazione meccanica delle zone riflessogene come le piante dei piedi o dei punti di agopuntura, infine sulla micro-circolazione stimolandone il ricambio linfatico e venoso.
Quest’ultimo punto è sufficiente per accelerare il recupero funzionale dopo l’allenamento o la gara in quanto migliora la microcircolazione periferica nell’immediato e successivamente aumenta il numero e l’efficienza dei capillari.
La sua capacità di richiamare sangue alle estremità è così rapida e potente che può essere usato con successo anche durante il riscaldamento, su ogni superficie corporea.
Bastano pochi secondi per ottimizzare gli obiettivi della fase di riscaldamento senza che occorra il consumo di energie fisiche e mentali per l’atleta, che sappiamo essere preziose in quanto limitate.
Il dispositivo MYSA permette di agire sui nostri recettori di pressione, trazione, termici, nocicettori (recettori del dolore) e anche altri, promuovendo una maggior consapevolezza del nostro Sistema Nervoso di varie parti del corpo. Questo aspetto è fondamentale per l’atleta perché possa esprimere tutto il suo potenziale, ottenendo risultati spesso nemmeno ricercati. L’atleta che non ha un’ottima presa di coscienza di sé, è un atleta ad alto rischio di
infortuni, che un approccio mentale sicuramente non funzionale, infine non potrà essere longevo e performante.
Consigliamo di rivolgersi al medico dello sport e di abbinare un corretto stile di vita che coinvolga tecniche quali ad esempio lo yoga o altre tecniche di meditazione, così come per l’alimentazione e trascorrere la propria vita in
ambienti salubri.

Autori dell’articolo:
Dr. Marco Carlon – Posturologo, Chinesiologo, Massofisioterapista

Fondatore della Prima Scuola in “Alte Prestazioni Sportive”
Dr. Federico Magnifico – Medico dello Sport e Traumatologo